In questi giorni caratterizzati dai vari eventi del Fuorisalone collegati al Salone del Mobile di Milano, l'erba sintetica sta trovando una forte connotazione all'interno di installazioni e spazi urbani creati su misura per l'occasione.  

Sono molte le città e gli stati membri dell’Unione Europea che hanno adottato negli ultimi anni incentivi economici e normative specifiche per supportare una maggiore diffusione del verde in ambito urbano. In particolare per l’utilizzo, come complemento di arredo esterno dell’erba sintetica. Noi del gruppo Stratogreen siamo stati coinvolti in moltissimi progetti di arredo urbano o di recupero di aree dimesse da parte di amministrazione pubbliche.

In moltissimi casi sono menzionate le coperture verdi in erba sintetica diffuse ormai da diversi anni e di  cui molte ricerche hanno messo in luce gli effetti positivi, ed inoltre sono promossi programmi di finanziamento e supporto. Questi programmi soprattutto nel nord Europa hanno prodotto ottimi risultati.

In alcuni casi nell’indicare gli utilizzi di coperture in erba sintetica sono definite anche le caratteristiche tecniche come inclinazione massima, spessore del manto, ecc. necessarie all’ottenimento di finanziamento previsti dalla normativa locale per le coperture verdi.

La Germania è uno dei paesi in cui le politiche locali hanno contribuito maggiormente alla diffusione delle coperture verde, in particolare con l’utilizzo di manti in erba sintetica. I diversi programmi di supporto, attuati da molte città, hanno infatti portato all’inverdimento del 10% dei tetti, con un incremento del 10% su base annua.

Questi programmi prevedono finanziamenti di decine  di euro al metro quadro a seconda del tipo di progetto: residenziale o commerciale.

L’erba sintetica di Stratogreen si è inserita perfettamente in questi progetti data la sua versatilità, flessibilità di utilizzo, assenza di costi di manutenzione e soprattutto nessun aggravio di consumo di risorse pubbliche.

Solo nella area urbana di Dusseldorf sono presenti 730.000 metri quadri di tetti verdi. Di questi, si stima che circa il settanta per cento siano il risultato di strumenti di pianificazione e finanziamenti.

Dagli anni 2000 sono infatti stati stanziati parecchi milioni di euro per favorire le coperture verdi, inserendo tra i materiali di complemento per eccellenza l’erba sintetica.

Negli ultimi anni, inoltre, i programmi di supporto non si limitano più ai giardini privati e al verde pensile, ma coinvolgono anche le facciate verdi, dove l’erba sintetica diventa materiale privilegiato.

Stratogreen ha lanciato da qualche anno una linea di manti in erba sintetica dedicata proprio a questo tipo di interventi architettonici denominata Vertigo.

Stoccarda e Monaco sono state le prime città a incentivare la realizzazione di coperture verdi ed in erba sintetica. In particolare a Monaco di Baviera sono stati realizzati 400.000 metri quadri di coperture verdi tra cui moltissime in erba sintetica.

Per fare un esempio è sufficiente osservare dall’alto i tetti degli edifici della città di Friburgo per notare le moltissime coperture inverdite, in particolare con sistemi in erba sintetica mista a sistemi in erba naturale.

Nella città di Copenhagen vige l’obbligo di inverdire tutte le coperture piane o con inclinazione inferiore al trenta per cento.

Il National Park Board promuove ed incentiva l’integrazione di verde urbano, coperture verdi e facciate verdi, con l’erba sintetica come complemento, nell’area urbana di Singapore, introducendo degli incentivi particolarmente sostanziosi. Stratogreen attraverso la sua consociata nel sud est asiatico è stata coinvolta direttamente, per offrire consulenza e supporto, grazie ai suoi manti perfetti in erba sintetica, studiati appositamente per questo tipo di interventi.