Con l'arrivo dell'estate e della bella stagione i proprietari di terrazzi e giardini magari con piscina iniziano a scatenare la propria creatività su come abbellire, trasformare o semplicemente migliorare questi luoghi che per parecchi mesi diventeranno il vero "living" della propria casa. Questi infatti sono gli angoli preferiti dove spesso si pranza e si cena in estate o ci si rilassa a legger un bel libro.
E questi spazi non devono diventare un extra lavoro, dove tagliare, potare, innaffiare, seminare e perfino concimare trasformano l'estate in un incubo da dimenticare.

L'erba sintetica è una soluzione. Dagli albori degli '60, quando fu inventata e che francamente sembrava più una moquette, ad oggi, l'evoluzione è stata straordinaria. I manti sintetici erbosi di oggi sono indistinguibili dall'erba vera. Fabbricati con materiali atossici, morbidissimi e foltissimi, sono davvero piacevoli a piedi scalzi. Chi non ha provato non riesce ad immaginare il grado di tecnologia e di design che ha raggiunto questo prodotto.

Naturalmente l'erba sintetica da arredo o "landscape turf" come dicono gli anglosassoni non deve diventare un soluzione assoluta. Esistono splendide contaminazioni di arredi esterni dove l'erba sintetica sposa magnificamente l'erba vera. Le aree di un giardino più "affaticate" dal calpestio sono quelle dove l'erba sintetica è l'ideale. Attenzione, però. Bisogna dedicare molta cura alle parti in erba naturale altrimenti queste sfigurano con le altre diventando controproducenti all'armonia dei nostri giardini.

Il successo dell'erba sintetica nell'"home decor" da esterni è anche dovuto alla sua praticità di manutenzione, alla possibilità che anche nelle giornate meno belle o quando ha appena piovuto non si sia costretti a nuotare in mezzo a prati infangati.
Chi non è stato testimone di matrimoni rovinati dal maltempo in cui si finiva su prati infradiciati, con le scarpe da buttare al rientro a casa. O a feste dove si è rinunciato a godersi manicaretti e danze sui prati dei giardini perché impraticabili dalla pioggia appena caduta. Eh si, perché l'erba sintetica di oggi, soprattutto quella a pelo più alto è un materiale drenante che asciuga immediatamente, basta un po’ di caldo non necessariamente il sole.

Oggi un buon tappeto in erba sintetica ha la capacità di drenare oltre 180 mm di acqua all'ora al metro quadro. Questo significa che basta pochissimo tempo per godersi piedi e scarpe asciutte.
Ma c'è di più. Questo significa anche che se la giornata è stata torrida si può prendere il tubo dell'acqua, rinfrescare il nostro giardino, aspettare qualche minuto e partire con feste e cene a go go.
Non male, no.

Ma spostiamo l'argomento dal "divertissement" al professionale. Quanti di noi necessitano per la propria professione, che può andare dell'esercizio pubblico ai dehor per ricevere clienti, di spazi sempre in ordine che offrono un'immagine di pulito, curato, insomma di efficienza.
Bene, anche in questo caso l'erba sintetica è più che una soluzione è una manna dal cielo. Innanzi tutto perché trasforma gli ambienti più grigi e magari un po’ trasandati in un una piccola piacevole oasi di verde. Ma soprattutto perché infonde ai nostri ospiti/clienti sicurezza e fiducia. E non è poco, perché è proprio questo il ruolo di un ambiente dove si ricevono clienti o soprattutto potenziali clienti: infondere fiducia. E se questi spazi sono "abbandonati" la probabilità di perdere la fedeltà del cliente si impenna. Quindi cosa volere di più da un materiale come l'erba sintetica che non richiede nessuna attenzione è sempre ordinata e "pettinata" e non ti tradisce mai.

Alcuni bar o definendoli più modernamente oggi "lounge bar" hanno davvero rivoluzionato i propri spazi all'aperto, offrendo sedie e tavolini morbidamente appoggiati a manti in erba sintetica più o meno sofisticati. E i clienti e per logica conseguenza le vendite hanno iniziato ad avere trend completamente diversi. Si incassa di più perché la gente si ferma più volentieri in un ambiente abbellito da toni di verde che vanno dal lime al bosco e dove camminare da una sensazione di vaporosa sofficità.

Ma l'erba sintetica non è solo verde.
L'erba sintetica di oggi, morbida e folta, è viola, arancio, avorio, blu, rossa, nera, azzurra, gialla, grigio antracite, di tutti colori, pensatene uno e lo troverete.

Gli arredatori di esterni l'hanno scoperta e ne hanno fatto un vera e propria "malattia". Alberghi extra lusso arredati con nuance di viola per l'erba sintetica e nero per tutti i mobili e gli arredi oppure spazi di un bianco scintillante dove tutto è color neve. E ancora, i toni del Sahara per ambienti dove mobili color mogano rendono l'atmosfera un po’ retrò.

Ma ancora più semplicemente spazi di lavoro dove ricevere clienti con manti in erba sintetica morbidi ed estremamente professionali color antracite.
Le riviste di arredamento sono piene di esempi dove l'erba sintetica è utilizzata nelle situazioni più impensabili. Un tifoso della nazionale olandese, prima degli ultimi mondiali di calcio, ha tappezzato la propria villa alle porte di Amsterdam con una splendida erba sintetica arancione come segno augurale per la vittoria finale. Così, ahimé per lui, non è andata ma l'effetto di questa casa arancione adagiata su uno dei canali della città è stato strabiliante.

Davvero l'erba sintetica è diventata così bella e duttile da permettervi di sbizzarrirvi nei decori più temerari. Quindi dateci dentro.